Life Photography

Questo Febbraio

Avevo preparato un bel post con tutti i film e le serie TV visti ultimamente, qualche settimana fa, ma tornando sul blog ho scoperto una cosa stranissima: il post era stato hackerato. Invece delle mie inutili parole su Sherlock, Call the Midwife, Oceania e compagnia bella, c’erano delle frasi contro l’Isis e la bandiera della Giordania.

Ma quello che mi ha fatto più incazzare di tutto – scritto in Comic Sans. Oltre al danno, la beffa.

A parte questo momento di grande importanza, ecco alcune foto dell’ultimo mese. Cose normali da tutti i giorni, perché ultimamente non abbiamo vissuto grandi avventure.

 

La mia ossessione per l’avocado continua. Per fortuna alla Coop della mia zona ne hanno sempre in abbondanza, e buonissimi. La mia ultima passione è schiacciarlo con la forchetta, aggiungere sale, pepe e un filo di olio, e aggiungerlo alla pasta. Semplice e buonissimo.

Generazione cresciuta negli anni ’80 non può non regalare alla propria figlia questo giocattolo così squisitamente retro.

 

Non ci importa niente di festeggiare San Valentino. Per noi la serata è stata questa: pasta con sugo piccante di melanzane e ricotta salata, vino rosso e maratona di My Little Pony con Lucia. Ed è stata bellissima.

Il bello di avere un abbonamento al LAC è che ci obbliga a uscire anche quando non vorremmo. E quando siamo fuori, io e Ste, a passeggiare per il centro, le energie ci tornano. Per una serata siamo la coppietta strampalata di sempre, che va a vedere grandi concerti ma prima del concerto mangia junk food, e passeggia a braccetto per via Nassa parlando dei massimi sistemi della vita, ovvero: dove andiamo in vacanza questa estate?

Libri carini presi in prestito all’asilo.

Prevedibile gita in giornata a San Bernardino. Neve fresca e morbida, tanto divertimento, pupa e marito molto soddisfatti. Io sotto sotto ve lo confesso, avrei preferito passare la giornata sul divano a guardare vecchi film. Ma stare in compagnia di questi due è troppo bello.

La regina delle facce buffe.

Vedete quel segno vicino all’occhio? È la colla di sutura. Sì, perché un paio di settimane fa Lucia è caduta uscendo dalla doccia e si è fatta un bel taglio. Per fortuna il Pronto Soccorso è a pochi minuti da casa, e nell’arco di un’ora eravamo già tornati, con un “attestato di coraggio” fornito dalle infermiere e una pupa che non vedeva l’ora di fare vedere ai compagni di classe la sua ferita.

Io e Ste, ovviamente, abbiamo impiegato due giorni a riprenderci dallo shock.

Commenti

commenti

You Might Also Like