Life

Questo 2016

Falassarna, Crete

Non voglio fare pronostici e propositi per l’anno nuovo. Troppe volte ne ho fatti e sono rimasta scottata. Preferisco riguardare questo anno appena finito, attraverso le foto che ho scattato, e cercare di racchiudere tutto in qualcosa che gli dia un senso.

Dicono sia stato un anno di merda. Sicuramente è stato un anno difficile. Stancante. Confesso di essere arrivata a fine Luglio con il minimo storico di energie. Ma nonostante da questo anno abbia tratto un ricordo di grandi fatiche, riguardando le foto che lo hanno caratterizzato mi sono anche resa conto di quanto sono fortunata.

Fortunata ad avere un compagno di vita come Ste, che condivide con me mille avventure. Fortunata ad avere Lucia, la mia piccola bimba adorata, che è buona e gentile e ama le stesse cose che amiamo noi. Fortunata ad avere mia mamma, roccia della famiglia, che mi aiuta quotidianamente nonostante tutto. Fortunata con il lavoro, ad avere una torrefazione meravigliosa che merita molto più di quello che ha, della quale io e il mio socio siamo orgogliosi oltre ogni parola.

Fortunata ad avere sempre la voglia di ricominciare dopo ogni caduta e ogni errore.

 

Gennaio

Crotone, con i suoi profumi e la sua unicità. E la malattia: raffreddore, febbre, influenza. >>

 

Febbraio

La mia adorata tostatrice, in torrefazione, e il tramonto incredibile sopra Lugano, con Dimitri. >>

 

 

Marzo

La neve, inattesa, su tutta Lugano. E San Bernardino, meravigliosa sotto il sole d’inverno. >>

 

Aprile

La torrefazione e il weekend a Lucerna con pausa pranzo ad Attinghausen. >>

 

Maggio

Tanti viaggi. Nella campagna tedesca da Rebecka, e prima ancora un weekend a Basilea. >>

 

 

Giugno

L’emozionante visita all’inaugurazione della Galleria di Base del Gottardo. E con l’arrivo dei primi caldi, una buona insalata di cous cous. >>

 

 

Luglio

37 anni suonati. E poi, finalmente, l’agognata vacanza a Creta per ridare energia a corpo e anima. >>

Falassarna, Crete

Agosto

Esplorare come ogni anno l’Oberland Bernese, con le sue montagne magiche e la natura sorprendente. E il bellissimo museo all’aria aperta di Ballenberg. >>

Ballenberg

Settembre

L’estate che non vuole lasciarci e i festeggiamenti per il compleanno di Lucia. >>

Ottobre

Le stagioni che cambiano, la pioggia, il freddo. Il viaggio bellissimo a Londra per Halloween. >>

Novembre

La prima neve attraversando le Alpi a Wassen. >>

Dicembre

L’arrivo del Natale e la bellissima Milano sotto le Feste. >>

 

E voi, quali immagini tenete nel vostro cuore per il 2016?

 

Commenti

commenti

You Might Also Like

1 Comment

  • Reply
    EnzoRasi
    January 7, 2017 at 10:38 am

    Ciao Alessandra, ho girato in lungo e in largo il tuo nuovo blog, completamente diverso dal primo
    (che hai fatto bene a conservare). Lo spirito non è cambiato, si è evoluto: sei sempre positiva, affancendata, il tuo spazio virtuale lo dimostra chiaramente, sei golosa di vita. Hai un blog moderno, ben articolato, strapieno di cose, qualcosa di totalmente lontano dal mio modo e dal mio mondo ma è giusto così. Ho inserito nel mio blogroll il tuo link perchè ho intenzione di continuare a leggerti, sono irresistibilmente attratto dal “diverso da me” e poi mi ricordi Milano, la città della mia infanzia e della mia adolescenza. Nulla sapevo della tua passione per la fotografia e ovviamente non conoscevo la tua attività in svizzera: caffè torrefatti e affini se ho ben compreso. C’è poi una cosa che non ho ben capito ed è la tua decisione di produrre recensioni su testi altrui. E’ un’attività vera e propria o solo un hobby? Ho provato tanta tenerezza guardadndo le foto della tua famigliola e della bimba. Tienitela stretta sono tesori. Buon inizio d’anno.
    Enzo

  • Leave a Reply