Life

L’Avvento del 2016

Questo Avvento è passato in un attimo.

Sembra ieri che abbiamo decorato albero e Presepe, rispolverando le decorazioni che tanto ci piacciono, con la tradizionale musica di sottofondo da decorazione natalizia (White Christmas di Bing Crosby, nel caso aveste dubbi). Quest’anno, per aggiungere un ulteriore tocco kitsch all’evento, abbiamo messo il bellissimo video-camino di Netflix, che è diventato il mio nuovo guilty pleasure: luci calde, rumori scoppiettanti… sembra quasi vero.

Beer Christmas Decoration

Il resto delle settimane è volato. Ci sono stati i giorni a Milano, in cui ho riscoperto quanto è bella la mia città di origine durante le feste. E in cui ho anche scoperto quanto è incredibilmente affollato il centro durante il Ponte dell’Immacolata (quanto? Tanto. Tantissimo).

Galleria Vittorio Emanuele con albero Swarovski

Galleria Vittorio Emanuele con albero Swarovski

 

E Milano è anche questo, la folla, il traffico, lo smog, i mezzi affollati. Ma anche la bellezza del centro a Natale, e la bontà delle brioche di Pavè. O anche la semplice scioglievolezza unta di un piatto di spaghetti di soia piccanti, al ristorante cinese dietro casa. La nebbia che ti avvolge la mattina, ti entra nelle narici quando esci di casa, e lo sferragliare del tram che passa sotto le finestre dove sei cresciuta.

Christmas shopping at CoinCasa

Christmas shopping @ CoinCasa

 

In quei giorni ho fatto un po’ di serio shopping natalizio, scoprendomi fatalmente attratta da luoghi culto della Milano-bene come il Coin di Corso Vercelli (un urrà per il reparto Coin Casa, nel quale potrei svuotare tutte le mie finanze) e il nuovo Zara Home, sorto sulle ceneri dello storico McDonald’s dei miei anni da teenager (entrandoci mi sembra ancora di sentire il profumo delle patatine fritte, sarà per questo che sono andati pesanti coi profumatori per ambiente?). In questo avere una casa piccola aiuta molto, perché quando sei circondata da accessori, cuscini, tessili, piatti, bicchieri, figaggini assortite per la casa, l’unica cosa che può fermarti è il pensiero dei tuoi già straripanti armadietti in cucina.

La Madunina, Milano

La Madunina, Milano

Teatro alla Scala, foyer

Teatro alla Scala, foyer

 

C’è il stato il pranzo natalizio con i cognati e i cuginetti. Perché quando mezza famiglia va “giù” per le feste, l’unico modo per farsi gli auguri è trovarsi una settimana prima, per pranzare e scambiarsi i regali. Il che rende le festività natalizie ancora più belle, visto che iniziano una settimana prima.

Pasta con le acciughe e il pangrattato, tipica del Natale

Pasta con le acciughe e il pangrattato, tipica del Natale

 

Ci sono state anche occasioni mondane, come il concerto natalizio al LAC. Posso dire quanto mi piace avere finalmente un posto a Lugano dove ascoltare della decente musica classica?

Amsterdam Baroque Orchestra & Choir

Amsterdam Baroque Orchestra & Choir @ LAC Lugano

 

Ci sono i preparativi per il Natale, che per una volta sono stati meno frenetici del solito. Perché quest’anno mi sono portata avanti, e mi sono affidata ad Amazon, nonché al buon senso. Quello che mi ha salvato è stato:

  • Comprare i regali di Lucia a metà Novembre (evitando le lotte assassine con i corrieri),
  • Prendere poche cose, ma molto belle, per i grandi
  • In alternativa, prendere cose che ci consumano, come prodotti di bellezza o cibo, in modo da non intasare armadi e dispense
  • Se vedo qualcosa che mi piacerebbe per Natale, comprarmela. Metterla sotto l’albero di Natale e sussurrare nell’orecchio a Ste “Quest’anno mi hai regalato un bellissimo maglione da GAP. Solo che ancora non lo sai”

Buone Feste a tutti!

 

Commenti

commenti

You Might Also Like

No Comments

    Leave a Reply